Bimba nei papaveri
Bimba nei papaveri
Giuliana Pozzi
Natura morta
Natura morta



RICONOSCIMENTI A CARATTERE NAZIONALE


ESPOSIZIONI

  • 1° Premio Pisa
  • 1° Premio Venezia
  • 2° Premio Emilia
  • 2° Premio Pistoia
  • 2° Premio Lido di Camaiore
  • Premio speciale Roma
  • Premio speciale Altopascio
  • Gran Premio Cesena e
  • Premio Quadriennale di Roma 1994 che la Commissione incaricata ha così motivato: "Toni cromatici accordati con alcune opere di rimeditazione della realtà, altre figurative cariche di luci e di segni in crescita ordinata."
Altopascio - Bologna - Brisighella - Casola V. - Cesena - Cortemaggiore - Faenza - Ferrara - Forlì - Imola - Lido degli Estensi - Lido di Camaiore - Lido di Classe - Lugo - Palazzuolo su Senio - Pisa - Pistoia - Porto Maggiore - Regio Emilia - Riccione - Riolo Terme - Roma - Sasso Morelli - Solarolo - Vecchiazzano (Fo) - Venezia - Viareggio - Vicenza.





La Pozzi... Conferma la sua arte, lo stile che la fa appartenere alla cultura pittorica del naturalismo figurativo, con tendenza marcate al post-impressionismo storico, col prevalere della "macchia" nella costruzione cromatica, e con allusioni all'espressionismo, di fondamento romantico, sempre compreso nell'armonia delle forme in rapporto alle tonalità. Preferisce questa pacifica donna legata alle tradizioni e in una Faenza premiate delle civiltà della Ceramica, i paesaggi romantici, verdi e appena squarciati da tramonti non drammatici; le nature morte con animali domestici, i fiori non eccessivamente squillanti.
Segue la Pozzi, la brava tradizione, e vi ritrova anche qualche aspetto del toscanismo macchiaiolo, ma la sua autonomia la porta ad una libertà coloristica persuasiva. Si maturerà, come accade nella ventura degli artisti, ma è già una pittrice che, modesta e sicura, s'impone all'attenzione del visitatore.

Mario Cagetti
maggio 1993



[ Back ]